Skip Navigation
 

Edizioni precedenti » 2012

Diario 2012

07 marzo 2012, 07:30 [07 mar, 17:30 ITA]

Dave Kelley, l'ultimo partecipante ancora in corsa, è arrivato a McGrath alle 03:45. E' felice e affamato. Al suo ingresso a McGrath è stato scambiato per un musher dell'Iditarod Sled Dog Race, la famosa corsa coi cani da slitta, da alcuni fan i quali sono rimasti stupiti nel vedere poi che si trattava invece di un ciclista.

Nessun partecipante proseguirà verso Nome in questa edizione molto difficile che ha segnato anche il record negativo di ritiri: ben 29 su 47 partiti da Knick Lake domenica 26 febbraio.

Pubblicheremo in seguito notizie e immagini, per ora ringraziamo tutti coloro che ci hanno seguito. Se avete trovato interessanti i nostri aggiornamenti e il contenuto del sito, offriteci un caffé, una birra o... esagerando, una pizza! Come? Semplicemente con una piccola donazione da questa pagina.

06 marzo 2012, 22:30 [07 mar, 08:30 ITA]

Billy Koitzsch è arrivato alle 19:15 ed è stato portato alla clinica di McGrath per un principio di congelamento a un piede. Per il resto sta bene, a lui i nostri auguri. Shawn McTaggart è arrivato a McGrath alle 21:45pm terminando la gara in 9 giorni, 7 ore e 45 minuti. L'unico partecipante ancora sul percorso fra Nikolai e McGrath è Dave Kelley che dovrebbe arrivare intorno a mezzanotte.

06 marzo 2012, 17:30 [07 mar, 03:30 ITA]

I ciclisti veneti Ausilia Vistarini e Sebastiano Favaro sono arrivati a McGrath alle 13:19 terminando la gara in 8 giorni, 23 ore e 19 minuti. Congratulazioni ragazzi! Ora tutti gli italiani in gara, cioè ben 5, sono arrivati. Ausilia Vistarini è l'unica donna a completare la gara in bici in quest'edizione durissima. Ancora complimenti! Restano ancora sul trail Dave Kelley, Billy Koitzsch e Shawn McTaggert.

06 marzo 2012, 07:20 [06 mar, 17:20 ITA]

I 2 runner italiani Roberto Gazzoli e Cesare Ornati sono arrivati a McGrath poco dopo la mezzanotte, hanno concluso la loro faticosa gara in 8 giorni, 12 ore e 15 minuti. Circa 40 minuti dopo è arrivato anche Rick Freeman. Bufere di neve e vento sono state le costanti che hanno costretto al ritiro molti ciclisti e reso il cammino difficile ai runner.

05 marzo 2012, 23:00 [06 mar, 09:00 ITA]

Anne Ver Hoef e Beat Jegerlehner sono arrivati a McGrath. Anne è la prima donna in assoluto nell'edizione 2012.
A McGrath ha nevicatoper tutto il giorno, attualmente ci sono circa 15-20 cm di neve fresca. La temperatura, di -18°C, è prevista in aumento.

I due runner italiani Cesare Ornati e Roberto Gazzoli potrebbero aver bivaccato sul tragitto fra Nikolai e McGrath, siamo in attesa del loro arrivo.

Nessuno dei partecipanti arrivati a McGrath proseguirà per Nome anche se alcuni di essi erano iscritti per la gara lunga 1770 Km. Il nostro Roberto Gazzoli proseguirà per entrare nella storia? Fra poco lo scopriremo assieme.

Sicuramente questa edizione è stata una delle più difficoltose per tutti.

02 marzo 2012, 21:40 [03 mar, 07:40 ITA]

14 partecipanti sono già arrivati a Rohn e 9 di questi sono già ripartiti in serata. Il runner Geoff Roes sta ancora tenendo testa ai ciclisti e guida la gara. E' una situazione eccezionale anche se per circa 30 Km dopo Rohn il percorso è battuto e con poca neve essendo protetto dalla Catena dell'Alaska, questo faciliterà i ciclisti che potranno recuperare. Dopo questo tratto, invece, la neve tornerà a essere alta e soffice, dopo il rifugio Bear Creek sono previsti inoltre grandi accumuli di neve trasportata dal vento. Anche tra Nikolai e McGrath c'è parecchia neve. Si spera che le condizioni meteo siano buone sul Rainy Pass almeno fino a quando i nostri ciclisti saranno transitati.

02 marzo 2012, 08:40 [02 mar, 18:40 ITA]

Lo sperduto check point di Rohn sta iniziando a popolarsi. Atanotte all'una è arrivato Geof Roes, è un evento alquanto insolito che un runner arrivi a Rohn prima di un ciclista. Tim Hewitt, che era in testa, si è fermato a divaccare nell'insidiosissimo Dalzell Gorge. Pare che si sia slogato una caviglia attraversando il rainy Pass.

I ciclisti Peter Basinger e Phil Hofstetter hanno da poco lasciato Rohn in direzione Nikolai, penultimo check point., Roes è circa 3 ore davanti a loro che però, avvantaggiati dal fondo battuto, possono recuperare. Nei dintorni di Rohn, in un'area protetta dalla catena montuosa dell'Alaska, le precipitazioni sono scarse e c'è quindi poca neve. La situazione sarà diversa (e peggiore quindi per i ciclisti) avvicinandosi a McGrath.

I ciclisti veneti Ausilia Vistarini e Sebastiano Favaro dovrebbero essere già partiti per il quarto check point sul Puntilla Lake, da dove dovranno poi affrontare il Rainy Pass. Fortunatamente non è la loro prima esperienza all'Iditarod Trail Invitational e quindi sono ben motivati e preparati.


Solo 21 partecipanti sono rimasti in gara.

28 febbraio 2012, 23:00 [29 feb, 09:00 ITA]

Tutti i partecipanti tranne uno hanno già lasciato il primo checkpoint di Yentna Station, 9 di questi (principalmente a piedi e l'unico sciatore rimasto in gara, il valdostano Andrea Cavagnet) hanno raggiunto il secondo checkpoint, Skwentna Roadhouse. Anche oggi ci sono stati numerosi ritiri, alcuni per problemi dovuti all'affaticamento ma principalmente per le severe condizioni meteorologiche e per la difficoltà a procedere nella neve fresca e profonda che, oltre che fisicamente, sortisce un effetto psicologico demoralizzante.
Tuttavia il fondo è stato battuto dalle motoslitte/spazzaneve e questo ha migliorato notevolmente la sua percorribilità.
Tim Hewitt, Geoff Roes e Andrea Cavagnet sostano allo Shell Lake Lodge per poi proseguire verso il terzo check point, il Winterlake Lodge sul Fingerlake.
Grazie alle nevicate abbondanti i runner e lo sciatore italiano stanno ancora guidando la gara: è interessante notare come le condizioni atmosferiche influenzino notevolmente il mezzo con cui si partecipa alla gara.
Condizioni del trail: cielo sereno, vento quasi assente. Il trail è per lo più battuto. Tutto questo dovrebbe favorire i ciclisti nelle prossime ore.

26 febbraio 2012, 21:00 [27 feb, 07:00 ITA]

La gara è iniziata a Knick Lake alle ore 14:00 (locale) sotto un cielo nuvoloso e una temperatura "mite" di 0° C. Dal check point di Skwentna riferiscono che sono scesi circa 15 centimetri di neve fresca da ieri. Questo sicuramente rallenterà gli atleti in gara. I primi arrivi al primo check point, Yetna Station sl fiume omonimo, che dista 95 Km dalla partenza, sono previsti intorno alla mezzanotte.